Presidente Pagano su RdC e discriminazioni a disabili: "pronti a forme di mobilitazione”

Presidente Pagano su RdC e discriminazioni a disabili: "pronti a forme di mobilitazione”

19.03.2019
Camera dei Deputati

Dichiarazione del presidente Anmic e Fand, Nazaro Pagano,
dall'articolo di Renato La Cara, del 9 marzo 2019
sul sito de "Il Fatto Quotidiano"

Reddito di cittadinanza, “disabili discriminati e delusi: irrisori 50 euro al mese in più. E non andranno a tutti”

Le maggiori organizzazioni italiane delle persone con disabilità si sentono doppiamente “discriminate” e “deluse” dai provvedimenti del governo M5s-Lega in ambito di politiche sociali e reddito di cittadinanza. Il disappunto è esploso, soprattutto, a seguito degli emendamenti governativi e dei relatori al cosiddetto decretone, presentati in commissione Lavoro e Affari sociali alla Camera. “I nuclei familiari in cui è presente una persona con disabilità sono trattati in modo meno favorevole di tutti gli altri”, dice al fattoquotidiano.it Nazaro Pagano, vicepresidente della Federazione tra le associazioni nazionali delle persone con disabilità (Fand) e presidente dell’Associazione nazionale mutilati e invalidi civili (Anmic). “E nel nuovo Rdc vengono assegnati la cifra irrisoria di 50 euro mensili in più alle famiglie con almeno quattro componenti e con disabile a carico. Le nostre proposte, che avrebbero reso molto più significativo l’accesso delle famiglie dei disabili al Reddito di cittadinanza, non sono state accolte. Così non si migliorano certo le condizioni delle persone con disabilità. Il governo delude le legittime aspettative di migliaia di cittadini. Siamo pronti a forme di mobilitazione”.