E' in corso la campagna Inps per le dichiarazioni di responsabilità annuali

E' in corso la campagna Inps per le dichiarazioni di responsabilità annuali

30.08.2019
Inps

L’Inps a partire dal mese di Agosto 2019, sta inviando una lettera ai titolari di prestazione di invalidità civile, con cui richiede la compilazione della dichiarazione di responsabilità sulla sussistenza dei requisiti socio economici nell’anno 2018, da trasmettere all'Istituto entro il 28 Febbraio 2020.
Infatti, La normativa vigente prevede che gli invalidi civili che siano titolari di provvidenze economiche (assegni, pensioni, indennità), debbano annualmente presentare alcune dichiarazioni relative alla permanenza dei requisiti socio sanitari: per esempio i titolari di indennità di accompagnamento devono confermare di non essere ricoverati, oppure i titolari di prestazioni assistenziali collegate a un limite di reddito (come l'assegno mensile o la pensione di inabilità per gli invalidi civili) devono confermare di non superare i limiti di reddito previsti.
A tutti gli effetti si tratta di “dichiarazioni di responsabilità” con ciò che comportano le dichiarazioni mendaci e con ciò che ne deriva qualora non vengano presentate (sospensione delle provvidenze).
La compilazione ed invio della modulistica avviene esclusivamente online e può essere curata:
- dal cittadino medesimo, se munito di Pin dispositivo Inps, o Spid o carta nazionale dei servizi;
- oppure da Caf e Patronato muniti di delega da parte del titolare della prestazione. 

Nello specifico, i modelli da compilare per ciascuna prestazione assistenziale di invalidità civile sono i seguenti:

- Minori titolari di indennità di frequenza
Modello RED
Modello ICRIC FREQUENZA

- Titolari di sola indennità di accompagnamento
Modello ICRIC

- Titolari di sola pensione di inabilità (invalidi 100%)
Modello RED

- Titolari di pensione di inabilità e indennità di accompagnamento
Modello RED
Modello ICRIC

- Titolari assegno mensile di assistenza (invalidi parziali)
Modello RED
Modello ICLAV

- Titolari di pensione sociale per trasformazione di assegno mensile o pensione di inabilità
Modello ACC.AS/PS

Cos'è il Modello RED
Il Modello RED è il modello che raccoglie le informazioni reddituali sul titolare della provvidenza economica ed è richiesto quando quest’ultima preveda un limite reddituale massimo che non può essere superato.
Le prestazioni per gli invalidi civili subordinate al non superamento di un limite di reddito sono: l'assegno mensile per gli invalidi civili parziali, la pensione di inabilità per gli invalidi al 100% e l'indennità di frequenza per i minori.
Se si superano i limiti reddituali – rivisti ogni anno – le relative provvidenze vengono revocate.
Le provvidenze vengono sospese nel caso in cui non si presenti ogni anno il Modello Red. 

Cos'è il Modello ICRIC
Il modello ICRIC deve essere compilato dai titolari di indennità di accompagnamento.
La sigla ICRIC è l’abbreviazione di “Invalidità Civile RICovero” ed infatti con questo modello si dichiara o si conferma la sussistenza di uno dei prerequisiti socio economici essenziali per l’erogazione dell’indennità di accompagnamento agli invalidi: e cioè l’assenza di ricovero per lungodegenza o riabilitazione a titolo gratuito.
Per il 2019 è prevista l'abolizione dell'onere dell'invio di questo modulo, essendo in atto una convenzione tra Ministero della Salute e Inps per la trasmissione automatica dei dati degli eventuali ricoveri dei soggetti titolari di indennità di accompagnamento. 

Cos'è il Modello ICRIC FREQUENZA
Il modello ICRIC FREQUENZA deve essere compilato dai genitori di minori titolari di indennità di frequenza.
Nel modulo il genitore o il rappresentante legale deve indicare la effettiva frequenza scolastica, o l’eventuale frequenza di centri formazione-addestramento professionale. Può anche indicare la frequenza a centri ambulatoriali in periodi extra-scolastici.
Nel caso in cui l’istituto scolastico frequentato non sia variato rispetto all’anno precedente si può spuntare una apposita casella del modulo.
Nel dettaglio Per i minori tra i 5 e 16 anni si deve dichiarare:
- la cessazione della frequenza scolastica;
- il cambio di scuola rispetto all’anno scolastico precedente;
- il trasferimento ad altro istituto scolastico,
- il passaggio di grado di istruzione (in tal caso devono essere indicati i riferimenti del nuovo istituto scolastico).

Cos'è il Modello ICLAV
Gli invalidi civili parziali, titolari di assegno mensile di assistenza, sono tenuti a presentare ogni anno il modulo ICLAV (Invalidità Civile LAVoro), in esso dichiarando la permanenza o meno del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa.
Nel caso si sia svolta attività di lavoro, il titolare dell’assegno deve indicare l’eventuale reddito imponibile da lavoro prodotto nell’anno passato ed il valore presunto per l’anno in corso. Ciò in aggiunta comunque al Modello RED.
Gli inabili intellettivi o psichici non devono presentare la dichiarazione, ma un certificato medico attestante l’indicazione delle patologie.

Cos'è il Modello ACC.AS/PS
Al compimento del 67° anno di età, chi era già precedentemente titolare di pensione per invalidità o cecità o sordità ha diritto alla concessione della pensione sociale, ai fini della quale – diversamente dalla generalità dei casi – si computa solo il reddito personale e non anche quello del coniuge.
Nel modello ACCAS/PS l’interessato deve quindi dichiarare il proprio reddito (e non quello del coniuge), oltre ad altri dati come, per esempio, gli eventuali periodi di soggiorno fuori dal territorio italiano e (ai fini dell'assegno sociale) eventuali periodi di ricovero gratuito.